SEO

Problemi SEO: 5 metodi per scovarli

Alcune pecche SEO, tra le più insidiose, finiscono spesso per passare inosservate anche dopo un’analisi approfondita del sito web. Lo scopo di questa piccola guida in 5 punti è proprio quello di “aprirvi gli occhi” riguardo ad alcune omissioni che potrebbero rivelarsi fatali per la vostra strategia SEO.

5 metodi per scovare problemi SEO

1. Problemi di URL

Molti webmaster tralasciano questo importante fattore SEO, ritenendo la scelta di URL fatta ormai definitiva e immodificabile. Non è così. Scegliendo, ad esempio, di rimuovere il www. davanti al dominio miosito.it, bisogna effettuare un redirect 301 dell’URL con www. a miosito.it, senza www.. Lo stesso concetto vale per extensioni di pagina del tipo index.html o index.php: qualora si scelga di modificare l’estensione del file, bisogna configurare un redirect 301 da index.html a index.php.

2. Problemi di tag Title duplicati

I tag Title devono essere specifici per pagina, riflettedone il contenuto per una più effettiva indicizzazione. Google Webmaster Tools ci viene incontro con la sezione Diagnostica → Suggerimenti HTML, la quale ci indica le pagine con i tag Title da modificare.

3. Problemi di parametri URL

Questo tipo di problemi si verifica qualora, per accedere ad un contenuto, esistano più URL, dando vita a problemi di contenuti duplicati. In Google Webmasters Tools potete controllare questi URL “alternativi” e dire a Google quali volete tenere in considerazione e quali invece considerare pericolosi per la questione dei duplicati.

4. Problemi di redirect 302

I redirect temporanei dovrebbero essere trasformati in redirect di tipo 301, per preservare intatti i punteggi legati alla pagina.

5. Problemi di crawling

Provate a mettervi nei panni di uno spider: come viene visto il vostro sito? Può essere indicizzato nella sua interezza oppure ci sono pagine strutturate male o raggiunte da pochi link interni? Potete utilizzare SEO-Browser.com come strumento per l’analisi.

Problemi SEO: 5 metodi per scovarli
Vota questo articolo

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.