Tecnologia

La scelta dei consumabili per le stampanti laser

Una periferica di stampa con tecnologia laser offre performance ideali sia a casa sia in ufficio

Una periferica di stampa con tecnologia laser offre performance ideali sia a casa sia in ufficio: tuttavia, è importante scegliere bene i consumabili da acquistare per la stessa.

Le stampanti e i costi di gestione e manutenzione

Note in passato per essere periferiche particolarmente costose da acquistare, nel corso dei decenni, le stampanti sono divenute vieppiù economiche, fino al punto che – nel presente – spesso è più oneroso acquistare i consumabili sostitutivi che un dispositivo nuovo proposto in offerta.

Ecco perché non sono in pochi a domandarsi se convenga sostituire il toner originale con uno compatibile quando questo consumabile si esaurisce: ovviamente a questo proposito è importante fare tutta una serie di considerazioni puntuali, per evitare di compiere acquisti affrettati. In linea di principio, infatti, bisogna tenere ben presente che i consumabili di un apparecchio con tecnologia laser hanno un costo un po’ più elevato rispetto alle cartucce d’inchiostro che invece sono necessarie per alimentare una stampante di tipo inkjet.

Allo stesso tempo, però, bisogna rammentare –ad onor del vero – che i toner offrono un’autonomia di stampa superiore, di conseguenza, il costo unitario per pagina spesso è meno elevato. A patto di non utilizzare in modo improprio la periferica di stampa, va poi detto che gli oneri di gestione e di manutenzione di un apparecchio di questo tipo sono strettamente correlati al volume di attività di stampa richiesto alla macchina.

A determinare la preferenza per un certo tipo di apparecchio anziché l’altro, poi, sono pure le esigenze in termini qualitativi della stampa: la resa cromatica può essere migliore nel caso degli apparecchi inkjet, a scapito però di performance decisamente più lente rispetto ad un apparecchio laser.

Le diverse tipologie di consumabili per le stampanti laser

Premesso quindi che una periferica di stampa con tecnologia laser sia quella che desideriate acquistare, anche tenuto conto del costo un po’ più elevato del toner rispetto alle cartucce, non dovete nemmeno dimenticarvi di considerare che esistono diversi tipi di consumabili. I toner possono infatti essere originali, compatibili o, infine, rigenerati. Ognuna di queste tipologie presenta aspetti a favore ed altri sfavorevoli, esattamente come ogni altra cosa: andiamo dunque a vederli un po’ più nel dettaglio.

I consumabili prodotti dalle stesse case madri che realizzano l’hardware, sono prima di tutto garantiti per funzionare in modo impeccabile con le periferiche di stampa. Essendo formulati tenendo conto delle specifiche tecniche degli apparecchi, non presentano solitamente incompatibilità o limiti nell’uso: al contrario, offrono sempre performance di stampa ideali, nonché una riproduzione fedele di testi ed immagini. In caso di problemi, poi, i produttori assicurano un servizio di assistenza di un certo tipo.

La contropartita di tutto ciò, però, è rappresentata dal prezzo di acquisto elevato: ciò che si può evitare preferendo ad un consumabile originale un prodotto compatibile o rigenerato. Nel primo caso, si tratta di un toner prodotto da aziende terze, con polveri che non sono originali: tuttavia, questi consumabili hanno un prezzo inferiore, ed offrono solitamente un buon compromesso tra qualità e costo.

Acquistarli da un rivenditore affidabile e con un servizio di assistenza di buon livello è comunque indispensabile per evitare spiacevoli sorprese.

La terza via, infine, è rappresentata dal prodotto rigenerato: si tratta di una soluzione a metà strada tra il prodotto originale – di cui si conserva solitamente l’involucro – e quello compatibile – con il quale condivide il fatto di non avere all’interno la polvere scelta dal brand famoso. Questa soluzione è conveniente ed ecologica, perché elimina il problema dello smaltimento del vecchio consumabile. Tuttavia, è importante controllare attentamente la compatibilità con la versione del firmware in esecuzione sulla periferica di stampa.

Quale toner scegliere per il proprio apparecchio?

Alla luce di tutte queste considerazioni, sorge quindi spontaneo un quesito: quale potrebbe essere il miglior consumabile da comprare? La risposta dipende essenzialmente dalle vostre esigenze: se voleste trovare un buon compromesso in termini di prezzo e qualità, forse, quelli compatibili e/o rigenerati potrebbero fare al caso vostro.

Qualora non badaste a spese e desideraste un servizio di assistenza impeccabile, in caso di problemi di compatibilità od altre difficoltà tecniche, allora, la strada da seguire è indubbiamente quella dell’acquisto del prodotto originale.

Tags

Articoli simili