GoogleImmagini

5 consigli per aumentare il traffico verso il proprio sito con Google Immagini

Pubblicare belle immagini sul proprio sito o inserire foto e screenshot sui post del proprio blog non è soltanto una pratica esteriore, tutta puntata all’apparenza: l’utilizzo di immagini sulle pagine web aiuta a rendere i contenuti altamente virali, specie se si punta alla corretta indicizzazione su Google Immagini.

Perché le immagini sono tanto importanti?

Viene da chiedersi perché usare le immagini, specie nei blog post, sia tanto importante – e perché sia virale. Illustriamone le ragioni con un breve esempio esplicativo: un utente medio, alla ricerca dell’ultimo cellulare della Samsung di cui ha sentito parlare, apre Google e si mette a cercare l’oggetto del suo desiderio. Dove pensate che inizi la ricerca? Da Google Immagini naturalmente. Infatti, non bisogna sottovalutare la potenza dell’immagine come priorità nella ricerca: gli esseri umani pensano più per immagini che per parole, ed è naturale che, qualora si cerchino informazioni riguardanti un oggetto fisico, l’immagine di quell’oggetto sia la prima cosa che si desidera vedere. Un’immagine vale più di mille parole.

I 5 consigli

Diamo di seguito 5 utili consigli per far sì che i visitatori ci amino non soltanto per le parole che scriviamo, ma anche per le immagini che pubblichiamo.

1. Immagini chiare e nitide. Troppo spesso c’imbattiamo in immagini di scarsa qualità sul web; a volte l’intento è quello di mantenere una certa privacy ‘oscurando’ un po’ la foto attraverso il degrado dato dalla pixellatura, altre volte invece si tratta di vera e propria negligenza. In ogni caso, se volete che gli utenti del web – e Google – s’interessino delle vostre immagini, dovete caricare immagini di qualità. Non pesanti, badate bene, ma chiare e nitide.

2. Le immagini vanno in alto nella pagina. L’effetto ‘catturante’ delle immagini funziona meglio se le inserite all’inizio di un post o di un articolo. Infatti, vedere subito un’immagine esplicativa sotto il titolo invoglia i visitatori a leggere il resto per informarsi sull’oggetto che ha scatenato la loro curiosità.

3. Considerate l’inserimento di una pagina dedicata per ogni immagine. Questo consiglio è dedicato in special modo a chi possiede siti o blog artistici, ma vale anche per gli altri: dedicare una vera e propria pagina web a ogni immagine significa redirezionare tutto il traffico dell’immagine verso quella pagina, con notevole intensificazione del traffico.

4. Immagini simili nella stessa cartella. Un altro buon metodo per concentrare il traffico in aree specifiche del sito. Meglio mettere tutte le immagini simili (per categoria, estensione, data, quel che volete) in una stessa sottocartella del vostro sito per far sì che i visitatori le trovino più facilmente o possano risalire ad esse.

5. Specificate le dimensioni delle immagini. Questo è utile al browser, che troverà subito tutte le informazioni necessarie per garantire un caricamento più rapido e meno soggetto a errori (es. differenze di visualizzazione causate da risoluzioni schermo diverse).

Vota questo articolo

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.