Servizi web 2.0.

Imparare le lingue straniere con bab.la

Imparare le lingue straniere non è sempre facile, anzi per la maggior parte delle volte richiede tempo ed esercizio. Alcune ci sembrano più affini, altre ci suonano così diverse, ci appaiono geroglifici e spesso, specialmente quando le studiamo da soli, incappiamo in degli ostacoli non trascurabili che ci fanno perdere la voglia di imparare.

Mai pensato che imparare le lingue potesse anche essere facile e divertente?

Beh, da oggi potete. Grazie a bab.la – loving languages, il portale linguistico interattivo, il vostro approccio alle lingue si stravolgerà permettendovi di domesticarle, farle vostre, e migliorare.

bab.La non è la solita pagina che si può trovare su internet.

Su si cerca bene nell’universo web si incontra tutto ciò che l’immaginario umano può desiderare; ricette di cucina, viaggi, musica, libri, film, amicizie più o meno virtuali.

Insomma, la rete ha realizzato ciò che il genio della famosa lampada di Aladino prometteva solo nelle favole; e non dimentichiamoci che tutto ciò è accessibile semplicemente con un click del mouse.

E se la politica del “click” venisse applicata anche ad un dizionario? Sarebbe sicuramente un interessante esperimento.

E se vi dicessi che è già così?

Bab.la ne è una prova palese. Questo portale linguistico, con i suoi arcipelaghi di informazioni, nozioni, articoli, giochi, curiosità, quiz continuamente aggiornati e tradotti in 24 lingue, è andato oltre. Più di un semplice dizionario, bab.la è una vera e propria guida a 360 gradi.

E’ possibile portarlo con sé perché disponibile sottoforma di app, compatibile con iPod, iPhone e iPad, funzionante anche offline; è possibile suggerire, inserire e commentare i propri contenuti contribuendo attivamente al miglioramento del sito; è facile trovare consigli per scrivere curriculum vitae in lingua, per trovare opportunità di lavoro e stage all’estero; offre la possibilità di imparare giocando e divertendosi oltre a mettere a disposizione un forum in cui postare domande e curiosità in sezioni divise per lingua e un blog chiamato Lexiophiles nel quale leggere curiosità e notizie provenienti dal mondo. Inoltre, bab.la spesso organizza competizioni, come i Campionati Mondiali delle Lingue bab.la 2013, conclusisi recentemente, per mantenere vivo l’interesse dei propri utenti, chiamati anche “amanti delle lingue”, e permettere loro di esprimere appieno le proprie opinioni.

Nessuno come bab.la prima d’ora è riuscito a creare un sito che risultasse come una sorta di esperanto informatico, attraverso cui non sentirsi studente, ma vero e proprio cittadino del mondo ed grazie al quale permettere ai propri pensieri di attraversare nazionali per arrivare dritto al cuore di un sentimento universale.

Quindi cosa aspettate?

Basta un click.

Imparare le lingue straniere con bab.la
Vota questo articolo

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.