Internet

Email: come gestire un nuovo indirizzo 

Oggi la posta elettronica viene usata principalmente per motivi di lavoro, infatti, il suo uso è affermato soprattutto in ambito professionale

L’indirizzo email o di posta elettronica è uno spazio web grazie al quale è possibile inviare o ricevere messaggi e allegati. Inizialmente, prima che si sviluppassero le applicazioni di messaggistica istantanea, le email erano l’unico mezzo di comunicazione “a distanza” che sfruttava la connessione internet.

L’importanza delle email

Oggi la posta elettronica viene usata principalmente per motivi di lavoro, infatti, il suo uso è affermato soprattutto in ambito professionale. Inviare messaggi o allegati tramite email è totalmente gratuito ed esistono diverse tipologie di casella elettronica tra le quali si può scegliere quella preferita. L’email tuttavia non serve solo a comunicare. Avere un indirizzo di posta elettronica oggi è fondamentale anche perché molti siti web o applicazioni lo richiedono come credenziale di accesso.

Se fino a dieci anni fa l’email era una vera e propria rivoluzione. Oggi, rispetto alle nuove app di messaggistica istantanea (per esempio WhatsApp, Telegram o Messenger), può presentare alcuni svantaggi: l’email non permette, ad esempio, di vedere quando e se il destinatario ha letto e ricevuto il messaggio. La casella di posta elettronica, inoltre, viene spesso intasata dai cosiddetti messaggi spam, cioè contenenti messaggi promozionali e pubblicitari non desiderati, e che a volte possono contenere anche dei virus.

Email: come creare un nuovo indirizzo

Per creare un indirizzo di posta elettronica bisogna creare un nuovo account su uno dei provider più utilizzati: Gmail, Outlook, Hotmail, Libero o Yahoo. Oggi quello più utilizzato, soprattutto in ambito professionale è sicuramente Gmail ed è totalmente gratuito. Creare un account è molto semplice, basta scegliere un username e una password sicura. Ogni indirizzo di posta elettronica si compone di due parti, quella prima della chiocciola (@) e quella dopo. La parte prima corrisponde all’username mentre quella dopo equivale al nome del provider: esempio123@gmail.com (se si sceglie come dominio quello di Google). A questo punto l’indirizzo email è pronto per essere utilizzato.

Email: come si scrive un messaggio

Per scrivere un messaggio di posta elettronica bisogna accedere al sito o app del dominio scelto  con il proprio account precedentemente creato. A questo punto generalmente compare l’opzione Nuovo o Scrivi, basta cliccare sopra e iniziare a scrivere il messaggio nell’apposito campo. I tre campi fondamentali da riempire sono:

  • A, il campo in cui bisogna scrivere uno o più indirizzi email destinatari del messaggio.
  • Oggetto, in questo campo con poche parole (da tre a dieci) bisogna indicare lo scopo del messaggio o delle parole chiave sul contenuto;
  • Messaggio, corrisponde il vero e proprio testo a cui si possono allegare anche foto, video e documenti.

Per allegare un documento invece basta cliccare l’icona della graffetta e incollare il file che si vuole allegare. Alcune caselle di posta elettronica permettono di allegare un file semplicemente trascinandolo nel campo di scrittura del messaggio.

Email: a cosa serve un indirizzo professionale

In ambito lavorativo, oggi è fondamentale possedere un indirizzo email professionale. In molte aziende, infatti, i dipendenti ricevono comunicazioni o comunicano tra di loro tramite email. Sempre in ambito lavorativo molte persone usano un indirizzo email temporaneo. Creare email temporanea è molto semplice e permette di mandare messaggi con un indirizzo che esisterà solo per un tempo determinato, per questo viene usato spesso a scopi professionali. Mandare un’email di lavoro tramite indirizzo di posta aziendale dona sicuramente più credibilità al mittente e invoglia il destinatario ad attenzionare meglio il messaggio.

Avere una email aziendale è un segnale di professionalità e attenzione. Inoltre, averne una è utile anche per il rispetto della privacy e per evitare spiacevoli inconvenienti che potrebbero accadere se si confondono i messaggi privati con quelli lavorativi. Attraverso l’utilizzo di una email aziendale un’azienda può mantenere i contatti con i propri clienti in maniera professionale, in modo diretto senza creare disagi. L’unico rischio dell’uso di un indirizzo email aziendale può essere quello di finire nelle liste spam delle caselle di posta elettronica dei clienti che non vogliono continuamente ricevere pubblicità.

Tags

Articoli simili