News

A trovare un posto di lavoro sono soprattutto i laureati in economia e ingegneria, la rete li aiuta nella ricerca

Per tutti coloro che devono decidere quale corso di studi intraprendere Unioncamere dà una risposta: il 66% dei laureati che trovano un posto di lavoro, dato che in quel ramo è concentrata la maggior parte della domanda, hanno studiato materie di indirizzo o economico-sociale o ingegneristico.

Per quel che riguarda i diplomati della scuola superiore, invece, il 54% di coloro che trovano lavoro provengono da studi di carattere amministrativo-commerciale o industriale. Entrando nello specifico, le figure più richieste quest’anno sono: infermiere (4.700 unità), educatore professionale (circa 2.500), sportellista nel settore banca in Italia (oltre 2mila), sviluppatore di software (quasi 2mila), progettista meccanico (1.800). La ricerca evince anche il fatto che la rete internet è uno dei canali più importanti per quanto riguarda per quanto riguarda la ricerca di lavoro in Italia; questo nonostante tutte le statistiche ci piazzino non certo ai primi posti, per quanto riguarda la penetrazione di internet fra la popolazione, in Europa.

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.