Archivio della categoria ‘Web 2.0’

Come avviare un’attività sul web

Oggi si parla spesso della possibilità di crersi un’attività autonoma utilizzando la rete. Sicuramente l’Italia sul concetto di auto-imprenditorialità è molto indietro; l’imprenditore è spesso visto come colui che gestisce una fabbrica con processi produttivi complessi fatti di magazzini, decine di operai al lavoro, distribuzione di prodotti. Non molti immaginano che si possa fare imprenditoria in modo leggero, senza ufficio, utilizzando il proprio computer e lavorando a casa o da qualsiasi posto dove è presente un buon collegamento internet.

 

Uno dei primi esempi di imprenditori sul web è stato Robin Good, alias Luigi Canali De Rossi, che nei primi anni 2000, stufo del suo lavoro di consulente mise su un sito di informazione tecnologica. Un sito che ti spiegava passo passo come fare delle cose sulla rete. Fu il primo ad utilizzare il sistema di monetizzazione AdSense di Google. AdSense è un sistema di annunci contestuali che è possibile inserire sul proprio sito venendo poi remunerati per i click che i propri visitatori fanno. Di mese in mese il suo sito ha generato sempre più ricavi arrivando a guadagnare in un decennio più di un milione di euro.

 

Ora Robin Good, dopo aver subito alcune pesanti penalizzazioni, si è dedicato all’insegnamento via web dei sistemi di realizzazione di una nicchia in rete. Ma cosa vuol dire individuare una nicchia in rete e guadagnare da essa? Significa diventare un punto di riferimento (tramite un sito internet e una community di appassionati) di un dato argomento. La nicchia deve essere il più possibile verticale e d essere chiaramente profittevole. Se diventerete il punto di riferimento di un dato argomento potete star certi che gli investitori di quella nicchia verranno loro stessi a chiedervi una collaborazione retribuita.

 

Andiamo quindi a dare dei semplici consigli per progettare un’attività in rete.

 

Individuate la vostra nicchia di riferimento e diventate i leader di quel settore. La nicchia va trovata conciliando le vostre passioni e studiando un settore che sia profittevole. Uno dei maggiori indizi per capire se su internet c’è “trippa” in un settore è quello di vedere se su Google, inserendo la parola chiave, nei risultati di ricerca risultano molti annunci a pagamento. Tutte quelle aziende che hanno pagato per essere in cima a quella parola chiave potrebbero essere interessati a interagire (dietro compenso) con la vostra community; offrirgli ad esempio degli sconti per comprare sul loro negozio di commercio elettronico o un premio per registrarsi nella loro newsletter.

 

La costruzione di un sito e tutte le cose tecniche non sono un problema. Questa della costruzione del sito e della sua gestione è una cosa che spaventa molto i potenziali imprenditori della rete. Dovete sapere che oggi, tramite i forum specializzati, è possibile reperire un tecnico specializzato che vi mette su un sito e ve lo segue tecnicamente. Tutto questo online e con pagamenti tramite carta di credito. Certo ci vuole un po’ di tempo per trovare i tecnici adatti e di cui ci fidiamo ciecamente ma la rete è piena di buoni professionisti.

 

Sviluppate forti relazioni in rete. Le relazioni in rete sono tutto. Ricordatevi che la costruzione di una forte community intorno al vostro progetto sarà quella che vi farà crescere nel tempo sia come numeri sia come fatturato.

 

Trovate un buon commercialista e iscrivetevi alla Camera di Commercio. Molti pensano che il web sia un luogo esente di regole. Niente di più sbagliato. Se volete operare in rete, dopo un periodi di validazione del vostro progetto, senza aver guadagnato ma solo intravisto le potenzialità, dovete buttarvi e aprire una partita iva con relativa iscrizione alla Camera di Commercio. Vi verrà fornito un certificato camera di commercio che vi sarà utile ogni qual volta dovete dimostrare di possedere un’attività che funziona e in regola.

 

Partecipate a bandi ma sopratttutto costruitevi un’attività in completa autonomia. Non disdegnate di partecipare ai vari bandi e concorsi per avere dei finanziamenti (e qui il certificato camera di commercio vi sarà indispensabile) ma cercate soprattutto di sviluppare un business autonomo fatto di un servizio utile alle aziende. E’ passato il tempo dei contributi a fondo perduto, oggi il business vero e veloce passa dal creare un servizio utile ed efficace per le aziende.

 

Per ultima cosa cercate sempre di studiare e seguire i trend della vostra nicchia. Il web è un canale molto innovativo e quello che va oggi potrebbe essere presto superato da un servizio più competitivo.

Come fare soldi online

Oggi lavorare da casa e fare soldi online guadagnando grazie ad internet rappresenta una solida realtà. Ci sono vari lavori che si possono fare attraverso la rete, lavori diversi con una diversa retribuzione. Ecco come guadagnare online seguendo dei semplici consigli per ricercare le migliori possibilità di lavoro.

Il mercato del lavoro online è molto ampio, ci sono innanzitutto le diverse figure professionali legate al web, parliamo di chi gestisce un sito internet, delle varie figure che lavorano gestendo un pacchetto di clienti, dal marketing ai social network. Prima di lanciarsi nel buoio è importante conoscere i primi step che possono portare a fare soldi online, è importante compiere i passi giusti e quindi essere competenti e determinati. Vi riportiamo di seguito alcune semplici attività che si possono provare per iniziare a guadagnare soldi su internet.

Con la realizzazione di un sito o di un blog si possono ricercare i primi guadagni con i banner pubblicitari, acquistando poi conoscenza dei network pay per click, ad esempio si possono creare blog in base alle proprie conoscenze, siti tematici, oppure realizzare blog per la pubblicazione di guest post a pagamento. Anche i Social Netowrk e la conoscenza delle varie reti social ci permettono di guadagnare, ci si può quindi proporre come gestori di pagine Facebook o di account Twitter. Molto ampia è infine la possibilità di fare soldi online lavorando da casa in settori come il Forex online, le opzioni binari, e gli investimenti. Oltre ad una conoscenza del settore occorre poi formarsi in maniera adeguata per migliorare sempre i risultati e migliorarsi professionalmente.

Acquistare un antifurto online e risparmiare

La sicurezza della propria casa, del proprio ufficio, della propria attività commerciale rappresenta sempre di più un esigenza per molti italiani che ricercano informazioni e sono interessati all’installazione di antifurti e sistemi di sorveglianza professionali e di semplice installazione anche fai da te.

Il mercato degli antifurti negli ultimi anni ha messo a disposizione della clientela diverse soluzioni innovative, sistemi completi di allarme e kit antifurto compatibili con le ultime tecnologie, dalle centraline wireless sino all’installazione di video camere di sorveglianza che si possono controllare anche via internet e smartphone, il tutto facilmente installabile senza l’intervento di tecnici specializzati. Installare da se il proprio impianto di allarme può rappresentare infatti una ulteriore sicurezza. Quando si tratta di proteggere la propria casa o la propria attività, molti preferiscono non far conoscere ad estranei i propri sistemi di sicurezza. L’acquisto online di un antifurto, oltre che a garantire un buon risparmio, riesce a soddisfare anche tale esigenza legata alla propria privacy.

Tra i siti specializzati che consentono di acquistare un antifurto casa online e risparmiare scegliendo tra diverse offerte, segnaliamo Antifurto0007.it, un sito specializzato in antifurti e sistemi di sicurezza. Diverse soluzioni di allarme, kit antifurto completi con centraline, sensori per porte e finestre e sirene che possono essere dimensionati in base alle proprie esigenze. Oltre alle centraline di allarme di nuova generazione, anche con sim Gms integrata per far partire le telefonate di allarme, antifurto007.it offre la possibilità di scegliere tra una vasta gamma di prodotti per la videosorveglianza. Telecamere da interno ed esterno e sistemi di videosorveglianza Ip e senza fili per proteggere al meglio la vostra casa senza l’intervento di terze persone. Tantissime offerte e soluzioni di risparmio pronte per l’uso.

Outlet e smartphone, nasce la start up Visit Outlet In Italy

Lo smartphone è uno strumento di cui ormai non possiamo più fare a meno non solo perché ci permette di controllare la posta elettronica in ogni momento della giornata e di essere sempre connessi ai nostri profili social, ma anche perché ci permette di avere sempre a portata di mano un mondo di informazioni, di fare ricerche in pochi minuti, di consultare mappe e trovare indicazioni stradali. Lo smartphone è un vero e proprio supporto a tutte le nostre attività quotidiane insomma. Lo startupper e professionista del web Giuseppe Piro ha voluto creare una nuova piattaforma che permetta allo smartphone di essere un supporto anche allo shopping, nello specifico allo shopping negli outlet.

La piattaforma Visit Outlet In Italy disponibile alla pagina http://visitoutletinitaly.com è ovviamente fruibile anche da computer, ma è con gli strumenti mobile che questa piattaforma offre il massimo delle sue potenzialità. Se avete deciso di recarvi in un outlet la piattaforma vi permette di avere a disposizione sullo smartphone le indicazioni stradali per raggiungerlo e vi permette di scoprire tutti i servizi che potete trovare. E se vi trovate in una città per una gita o una vacanza potete accedere alla piattaforma e scovare l’outlet più vicino. Servizi semplici quindi capaci di guidarvi verso gli outlet più belli d’Italia.

La piattaforma, nata da pochi giorni soltanto, è disponibile per adesso in italiano e inglese. A breve però saranno implementate anche altre lingue, dal russo al giapponese, dal cinese al coreano, perché la speranza è che questo strumento possa diventare un vero e proprio punto di riferimento anche per tutti i turisti stranieri che in questi ultimi anni hanno dimostrato di apprezzare davvero molto lo shopping nei nostri outlet. E l’ideatore Giuseppe Piro non si ferma di certo soltanto a questo, la sua speranza infatti è di riuscire nel tempo ad offrire uno strumento simile anche per quanto riguarda tutti gli outlet disponibili in Europa e, perché no, raggiungere anche l’Oltreoceano con gli outlet dislocati in tutti gli Stati Uniti. Un progetto ambizioso che potrebbe davvero portare una ventata di aria nuova nel mondo degli outlet.

 

Pubblicità 2.0: 100 anni di spot in 20 mascotte, dal carosello al web

L’evoluzone della pubblicità, dalla Tv al web: ecco le 20 mascotte più famose selezionate da Comparameglio.it in un’infografica.

Infografica Comparameglio

Infografica a cura di Comparameglio.it,clicca sull’immagine per la versione integrale