Posizionamento su Google Panda : 8 cose da sapere sulla freschezza dei contenuti

Se ne parla a più riprese tanto che ormai, dal concetto di freschezza dei contenuti, nessun blogger o webmaster può più prescindere. Se volete ottenere un buon posizionamento su Google per i vostri contenuti, occorre tener bene 8 concetti basilari sui contenuti stessi e sul concetto di freschezza che google applica.

1. Freschezza dei contenuti dalla data di pubblicazione

Ad ogni pagina Web viene dato un punteggio di “freschezza” in base alla sua data di nascita, che decade nel tempo . Questo punteggio perde di valore man mano che il contenuto diventa più vecchio. Per data di inizio si intende quando Google viene a conoscenza del documento oppure il Googlebot scopra un link ad esso.

2. Le modifiche apportate ad un contenuto influenzano la freschezza

Google può aggiornare il punteggio di freschezza ad un contenuto regolarmente aggiornato rispetto a contenuti statici. In questo caso, la quantità di modifiche sulla pagina web giocano un ruolo importante. Per esempio, il cambiamento di una sola frase non avrà un impatto tale sulla freschezza come può avere un cambiamento del testo principale.

3. Il tasso di cambiamento di un contenuto influenza la freschezza

Allo stesso modo rispetto a quanto appena detto, contenuti che cambiano più spesso son valutati meglio rispetto a contenuti che cambiano solo ogni pochi anni. 

4. La creazione di nuove pagine influenza la freschezza

Invece di rivedere singole pagine, ancor meglio per Google aggiungere pagine web completamente nuove nel corso del tempo. Questo è il caso della maggior parte dei blog che, con nuovi contenuti ogni giorno guadagnano un maggior punteggio di freschezza.

 

5. Modifiche a parti importanti di contenuti influenzano la freschezza

Le modifiche apportate in “importanti” aree di un documento o del sito web rivestono maggiore importanza in ambito freschezza rispetto a modifiche apportate nei contenuti meno importanti (navigazione, pubblicità o contenuti decisamente poco importanti).

 

6. Link in entrata verso un contenuto sono segnali di freschezza

Se una pagina web vede un aumento di link in entrata (più naturali sono, meglio é) questo potrebbe indicare un segnale di interesse per i motori di ricerca. Detto questo, un insolito aumento di link in entrata potrebbe, però, anche indicare spam o che si stanno utilizzando tecniche di link building poco consone e questo rischia di svalutare il contenuto stesso all’occhio di Google.

 

7. Link in entrata da siti ‘freschi’ influiscono positivamente sulla freschezza

Link da siti che hanno un punteggio elevato freschezza aumentano il valore di freschezza dei siti che ricevono il link. Per esempio,  un link da un vecchio sito statico, poco aggiornato negli anni, non passa lo stesso livello di freschezza di un link da una pagina nuova.

 

8. Documenti più vecchi vincono, per determinate query, su documenti più ‘giovani’

Google, accanto al concetto di freschezza, dice anche che non sempre il risultato creato più di recente è sempre il migliore. Conta ancora il concetto che il risultato autorevole è il migliore qui. E in caso di parità, possiamo dire che l’età del documento può realmente aiutare.

 

Liberamente tradotto da SeoMoz

1 Commento all'articolo

  1. Pinging Backlinks : 5 tools per ottimizzare il lavoro di link building - 19 dicembre 2011

    [...] di tutte le attività a corredo di questo enorme lavoro che ha come scopo quello di ottimizzare il posizionamento di keywords, se ne dimentica spesso una : il pinging dei [...]

Lascia un commento

You might also likeclose