LinkSearchTools: tool SEO completo per link building e analisi della concorrenza

La vita per i SEO non è mai stata semplice e continua a richiedere notevoli sforzi di pianificazione, azione, analisi e  – perché no? – qualche colpo di fortuna. Esistono migliaia di tool a disposizione dei SEO per rendere il lavoro più facilmente gestibile, però la maggior parte di essi fornisce risultati a dir poco discutibili.

Dobbiamo allora accontentarci di Google Analytics, SEOmoz e Quantcast per monitorare i nostri sforzi?

Certo che no! A venire in soccorso dei SEO c’è stato Christoph C. Cemper, il fondatore di LinkResearchTools, il quale ha scelto di mettere a disposizione dei webmaster, per un minimo di $149 al mese, una ricchezza di contenuti, webinar e tool SEO da far paura a qualsiasi altro servizio.

Cosa ci offre Link Research Tools?

Innanzitutto, un periodo di prova di 7 giorni per testare tutti i molteplici servizi messi a disposizione su LinkResearchTools.com. Potete richiedere l’account di prova all’indirizzo http://cemper.co/trial, per il quale non verrà richiesta alcuna carta di credito, ne l’obbligo di acquisto allo scadere dei 7 giorni.

La richiesta vi porterà ad un simpatico servizio chiamato PayWithATweet.com che vi chiederà di pubblicare un Tweet a favore del link al periodo prova in cambio dell’apertura dell’account.

E adesso viene il bello:

LinkResearchTools.com Webmaster Panel

Si tratta del pannello Your Research Center di LinkResearchTools. Come potete vedere dall’immagine, non si tratta di strumenti SEO gray o black hat — tutt’altro! LinkResearchTools punta alla costruzione di un profilo backlinks naturale attraverso l’analisi dei backlink della concorrenza, della condivisione sui Social Media, la geolocalizzazione dell’audience e l’analisi approfondita di elementi poco presi in considerazione, quali le pagine interne del sito, i link alle pagine “morte” del sito e la localizzazione delle pagine dei contatti.

Diamo un’occhiata ad alcuni tool in particolare:

1. Competitive Link Velocity

Uno strumento davvero unico nel suo genere, che vi permette di valutare i backlink della concorrenza negli ultimi due anni. Inoltre, facendo click su “Find Competitors” lo strumento genererà una lista di dieci concorrenti per una certa parola chiave.

Tra le altre qualità del tool vi sono certamente la Domain Popularity e l’analisi del tipo di link: testuale (text), immagine (image), rimosso (deleted), nofollow e redirezionato (redirected). I diversi tipi di link sono raffigurati con colori differenti.

2. Quick Domain Compare

Lo strumento Quick Domain Compare vi permette di paragonare 5 domini sulla base di alcune metriche SEO prefissate, le quali comprendono:

  • Alexa Rank
  • Google PageRank
  • POWER metric (una novità di LinkResearchTools)
  • Domain Popularity
  • Backlinks (anche da domini .EDU e .GOV)

Inoltre sono presenti altre metriche, tra cui il tema del dominio, la nazione nella quale è hostato, e la categoria del sito (la tematica).

3. Link Alerts

Eccoci nell’oasi paradisiaca di Christoph C. Cemper! Il tool dei nostri sogni esiste davvero: un servizio di notifica dei nuovi backlinks che ci invia un’email per ogni nuovo link ricevuto!

Tra le Backlink Sources a disposizione troviamo:

  • Google Analytics Referrers
  • Statcounter Referrers
  • Sistrix Backlinks
  • Other Backlinks

In pratica, se spuntiamo tutte le opzioni, lo strumento analizzerà i backlinks ricevuti dai referrer dei servizi di statistiche, quelli di Sistrix e di Google Analytics, e i normali backlinks dal web e dalla blogosfera.

Eccone un’immagine di esempio:

Link Alerts Tool

Avete provato gli strumenti SEO di LinkResearchTools? Cosa ne pensate?

Condividete le vostre opinioni!

Nessun commento.

Lascia un commento

You might also likeclose