Come creare un fotolibro in poche semplici mosse

Un fotolibro è una raccolta di fotografie stampata su carta di qualità e rilegata, proprio come se fosse un volume in vendita nei negozi. Ciò che cambia è il fatto che le fotografie saranno tutte di nostra proprietà. Adatto anche come regalo, come ricordo delle vacanze da mostrare agli amici o per riunire in un singolo volume tutte le nostre ricette preferite, produrre un volume del tutto personale non è così difficile come può sembrare, soprattutto se ci si lascia aiutare dai servizi disponibili in rete, come ad esempio Fotolibro Cewe: sul sito è disponibile anche un pratico software, che ci guida passo passo nella preparazione delle immagini e nella loro impaginazione.

Come cominciare
Il primo passo per la preparazione del nostro fotolibro consiste nello scegliere le immagini da inserire. Chiaramente saremo guidati da un tema o da un’idea, che accomuna tutte le fotografie, in modo da dare un filo conduttore al libro. Per fare un esempio, se vogliamo stampare un fotolibro come ricordo del battesimo di nostro figlio sceglieremo delle foto ben diverse rispetto a quelle da inserire nel volume dedicato ai pranzi di famiglia delle feste. Le fotografie dovranno essere emozionanti, particolari, intense, in modo da rendere al meglio l’idea che ci siamo prefissati. Grazie al software fornito da Cewe potremo anche ritoccarle leggermente, migliorando i colori e il contrasto, o eliminando i classici occhi rossi da flash. Conviene anche ritagliarle a seconda del formato che desideriamo inserire nelle pagine, in modo che risultino inquadrate nella maniera migliore.

Il tipo di fotolibro
I fotolibri non sono tutti uguali, Cewe infatti propone tantissime diverse tipologie di volume, che variano per dimensioni, forma, numero di pagine, o anche per tipo di carta da utilizzare, copertina rigida o flessibile e così via. La scelta è del tutto personale, ma conviene valutare con cura come sarà usato il libro una volta stampato. C’è chi desidera portare con sé il proprio fotolibro in ogni momento della giornata, chi invece lo appoggerà sulla scrivania in ufficio, o sul tavolo in soggiorno, per usarlo magari anche come calendario di famiglia. A seconda dello scopo è bene trovare un formato adatto ad essere conservato nella borsa del portatile, o più grande, per poterlo sfruttare come complemento d’arredo della casa. Conviene anche ricordare che per i formati panoramici è bene avere a disposizione fotografie decisamente ben riuscite.

Dare un tocco originale
Il segreto per rendere il nostro fotolibro perfetto consiste anche nello scatenare la creatività. Non basta infatti posizionare fotografie di buona qualità al centro di una pagina bianca, spesso sono gli effetti speciali che consentono di dare al fotolibro una marcia in più. Grazie a questo tutorial possiamo avere qualche idea su come sfruttare al meglio il software Cewe:


A volte sono proprio gli effetti speciali che consentono di rendere ancora più bello e piacevole il fotolibro, in modo da desiderare di rimirarlo più volte, senza mai annoiarsi. Certo, molto dipende dal tipo di fotografie che si hanno a disposizione e dalla motivazione che ci spinge a creare un fotolibro.

Nessun commento.

Lascia un commento